Origine del nome OGLIASTRA

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)

Da dove deriva la parola "Ogliastra"?

Di seguito alcuni degli scritti che cercano di spiegarci l'etimologia della parola OGLIASTRA.

Conte di Itinerario dell'isola di Sardegna 

"Il nome di Ogugliastra, cambiato oggi in quello di Ogliastra, non deriva come si potrebbe credere dall'olivo selvatico (olivastro) che abbonda nell'Isola, né dagli olivi anch'essi coltivati nella regione, né infine dall'olio che se ne estrae; fu dato alla provincia in relazione a una pietra detta dai marinai Aguglia o semplicemente Guglia, che si trova in riva al mare, un pò a nord della chiesa di Santa Maria Navarrese, sotto il Monte Santo, prima d'arrivare al capo omonimo. Questa specie d'obelisco è formato da un grande blocco della stessa roccia calcarea che costituisce la massa principale del Monte Santo; più lontano, al di là del capo, si vede emergere un altro scoglio del tutto simile al precedente e ugualmente bagnato dal mare."

La Marmora, Alberto Ferrero : conte di Itinerario dell'isola di Sardegna / Alberto Della Marmora ; traduzione e cura di Maria Grazia Longhi. - Nuoro : Ilisso, c1997 (pp. 45 - 46) originale Torino, 1860

Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale degli Stati di S. M. il Re di Sardegna 

"OLLASTRA od OGLIASTRA, dipartimento del regno di Sardegna, sopra il tirreno, nella pendice orientale della gran massa de' monti iliaci, o della Barbagia. Il vero nome di questa regione è Agugliastra da una rupe sorgente sulle prime acque in figura piramidale acuta, la quale perchè a' navigatori era un segno di molta distinzione, fu presa a indicare il littorale e le terre prossime. Nel secolo XIII, quando era ancora parte del giudicato di Plumino, appellavasi Barbagia, o Trigonia di Barbagia; il che indica quanto anche a' quei tempi i barbaracini fossero notevoli nel paese; e non curatoria si diceva come gli altri distretti de' quattro regni, ma Giudicato, siccome usavasi nello stesso regno di Cagliari per quello di Chirra, e nell'Arborea per quello di Colostrai. Forse i governatori di questi aveano il nome di Giudici, e autorità superiore a' curatori."

Casalis, Goffredo : Dizionario geografico-storico-statistico-commerciale degli Stati di S. M. il Re di Sardegna / Angius- Casalis - Torino, 1840 (Voce OGLIASTRA)

Il termine Agugliastra lo ritroviamo anche numerose volte anche negli scritti che riguardano l'epoca giudicale, quella pisana ed infine quella della dominazione Aragonese.

In particolare viene citato come Giudicato di Agugliastra, collocato temporalmente tra il X e l'XI secolo  e confinante a nord con il Giudicato di Gallura e a sud con il Giudicato di Cagliari. Questo giudicato è l'unico di cui si hanno notizie certe dei tanti piccoli giudicati che esistettero in Sardegna nel primo medioevo e che affiancavano i quattro giudicati più importanti e noti ossia il giudicato di Torres , Arborea , Cagliari e Gallura. Il giudicato di Agugliastra venne presto assorbito dal giudicato di Cagliari seguendone le sorti.

Durante la dominazione pisana e successivamente durante quella aragonese, all'inizio del XIV secolo, questo piccolo giudicato ogliastrino fu rifondato per un breve periodo per poi scomparire definitivamente.

La concessione in feudo del Giudicato d'Agugliastra

Nei Regi Archivi si trova un diploma di D. Alfonso V datato 7 febbrajo 1421, che ci riporta la concessione in feudo del Giudicato d'Agugliastra maturata dall'Infante di Aragona D. Alfonso in favore di D. Berengario Carroz, regio consigliere ed amministratore della Sicilia. Tale concessione datata 17 giugno 1325 venne realizzata per remunerare colui che diventerà prima Conte e poi Marchese di Quirra, per i servigi prestatigli nella spedizione per la conquista della Sardegna.

La denominazione Agugliastra infine la ritroviamo nella ripartizione amministrativa del territorio sardo del 1801, quando Lanusei diviene capoluogo dell'omonima provincia che si componeva dei tre dipartimenti denominati Agugliastra, Cirra e Sàrrabus. Secondo quanto ci viene riportato, il capoluogo apparteneva alla regione Agugliastra, denominazione, passata poi in Ogliastra, tuttora conservata.

  

Di seguito antiche cartografie che ripercorrono la storia della "georeferenziazione" del nostro territorio:

             

Letto 8972 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Aprile 2015 11:49
Altro in questa categoria: « Storia dell'Ogliastra