Fanello

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NOME SCIENTIFICO: Carduelis Cannabina

DESCRIZIONE: è un passeriforme dalla livrea color marrone-bruno del dorso, mentre petto e fronte sono color rosso acceso e bianco con sfumature marroncine, più evidente negli individui maschi; il capo è grigio e arrotondato; l'iride è scura;  le ali sono striate di bianco con grossa banda alare evidente e di media lunghezza, mentre le remigianti sono nere; il becco è piccolo e appuntito; le zampe sono carnicine. È presente dimorfismo sessuale, dove appunto il maschio presenta questa macchia rossa (specialmente nel suo abito nuziale), mentre la femmina è marron chiara e bianca. Le dimensioni variano da 13 cm di lunghezza per 18 cm di apertura alare ed un peso di 21 g.

BIOLOGIA E HABITAT: durante l'inverno, il Fanello lo si può trovare nelle marcite o in campagne aperte, tra siepi e filari, in stormi numerosi. Si adatta a diversi habitat, da quote molto basse sino ai 2000 metri di quota. Adora stare in vigneti, frutteti, nella macchia mediterranea, essendo un specie granivora, dove può trovare semi, il suo principale cibo, ma anche insetti. La specie è gregaria ed è note per il suo particolarissimo canto: emette suoni metallici accompagnato da note melodiose. Delle volte è stato catturato e tenuto in cattività (dove il maschio non sviluppa la sua riconoscibile macchia rossa) ed è stato addirittura ibridato con il Cardellino.

RIPRODUZIONE: il nido viene costruito generalmente tra i cespugli, vicino a corsi d'acqua, dove la femmina depone 4-6 uova di colore bianco-azzurro, punteggiate di scuro nelle estremità. Le uova vengono incubate per 13 giorni circa, dopodichè una volta nati, i pulli dopo 15 giorni sono già capaci a volare, ma lo svezzamento avviene dopo un paiod i settimane. Il Fanello compie due covate annuali.

MINACCE: abbandono dei paesaggi agricoli, uso di pesticidi, eliminazione di elementi marginali, semina autunnale dei cereali, predazione dei nidi da parte di Corvidi, Mustelidi, Volpi, Roditori e Gatti, i suoi principali predatori, saccheggio dei nidi dai bracconieri, disturbo antropico.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie protetta dalla Direttiva Uccelli e dalla Legge Regionale del 1992.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Passeriformes
  • Famiglia: Fringillidae
  • Specie: Carduelis Cannabina

NOME IN SARDO: Vanettu, cionni.

Letto 341 volte
Altro in questa categoria: « Allodola Frosone »