Averla piccola

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

NOME SCIENTIFICO: Lanius Collurio Collurio

DESCRIZIONE: Lanius, ovvero macellaio, perchè le averle sono solite cacciare insetti ed infilzarli nelle spine  dei rovi o dei pini; Collurio, ovvero cappuccio, per il disegno del piumaggio sulla testa e sul dorso. Tozzo passeraceo di piccola taglia con la testa grossa e vertice e nuca grigio chiara; tipica banda nera, grossa stria oculare simile ad una mascherina, sull'occhio, che ha l'iride bruna e sottile anello oculare bianco; becco nero, corto e robusto, leggermente arcuato all'apice; le parti superiori bruno-rossicce con retro del collo grigio chiaro; le parti inferiori sono bianco-crema con sfumature rosa; le ali di medie dimensioni, sono larghe e leggermente appuntite, color castano con margine scuro; la coda è lunga e sottile, nera con margine laterale bianco e le zampe nere. Le dimensioni variano da 17-18 cm di lunghezza per 28-29 cm di paertura alare ed un peso di 35 g.

BIOLOGIA E HABITAT: adora le campagne aperte con cespugli, campi e margini di boschi. Nonostante la sua piccola taglia può essere coisderata un "predatore". Infatti l'averla piccola caccia non solo insetti, ma anche rane, lucertole, piccoli mammiferi e piccoli uccelli. Come accennato prima, è un uccello che utilizza un particolare modus operandi di caccia: ovvero, si serve dell'ausilio di aghi di pino, spine di rovi e pruni per infilzare gli insetti che cattura in volo. La specie è migratoria, ma frequenta tutta l'Ogliastra dove nidifica e in cui si può osservarla anche a quote sopra i 1000 m.

RIPRODUZIONE: solitamente la postazione di caccia coincide con il nido, posto in cespugli nella macchia fitta e impenetrabile. La femmina depone 5-6 uova che rimangono al sicuro anche quando i genitori vanno a caccia.

MINACCE: pesticidi ed insetticidi, sfalcio ed eliminazione di boschetti, siepi e roveti, predazione dei nidi, cambiamenti climatici, gestione intensiva dei suoli.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie particolarmente protetta dalla Direttiva Uccelli e dalla Legge Regionale del 1978 e dalla Legge Regionale del 1992. Non molto comune, forse in diminuzione.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Passeriformes
  • Famiglia: Laniidae
  • Specie: Lanius Collurio Collurio

 

Letto 322 volte Ultima modifica il Giovedì, 19 Gennaio 2017 11:27