Gruccione

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
un Gruccione super variopinto un Gruccione super variopinto

NOME SCIENTIFICO: Merops Apiaster

DESCRIZIONE: ha un piumaggio molto variopinto, da qui la sua facile identificazione: la testa ha fronte azzurra e bianca, il vertice e la nuca sono castani, a volte più chiari e rossastri verso il collo; l'iride è rosso brillante; possiede una stria oculare larga e nera, che si estende sino lungo la guancia; il becco è nero e appuntito, molto lungo, leggermente ricurvo e sottile; la gola è di un giallo brillante, separata dal petto da una fascia nera; le parti superiori sono inizialmente castano-rossastro poi diventa giallo man mano che si percorre il dorso; le parti inferiori invece sono verde-azzurro; possiede ali appuntite e lunghe, di vari colori (azzurre, castane e verdi le penne superiori, crema con bordo scuro quelle inferiori e grigie le remiganti); la coda è molto lunga, squadrata e color verde, con timoniere centrali più lunghe; le zampe sono nere. le dimensioni variano da 26-30 cm per 34-38 cm di apertura alare. La femmina, rispetto al maschio, rimane leggermente più piccola ed è più verde sulle parti castane. I giovani sono più verdastri e meno castani con una colorazione più opaca.

BIOLOGIA E HABITAT: è un uccello che ama l'aria aperta di campagna con macchia mediterranea, zone soleggiate, sponde dei fiumi, terreni sabbiosi, riunita in numerose colonie. Nidifica in Sardegna ed è un migratore. È un insettivoro e si nutre principalmente di farfalle, libellule, calabroni, vespe, api (da qui Apiaster), tafani, catturati in volo. Spesso è considerato il distrutore di alveari, in quanto vada ghiotto per le api.

RIPRODUZIONE: i nidi della colonia di questa specie consistono in lunghi cunicoli (2-3 m) scavati orizzontalmente nel terreno sabbioso o argilloso, generalmente in rive e argini di corsi d'acqua, stagni o paludi. Il nido può contenere 4-6 uova e viene costruito da entrambi i sessi, ma della covata se ne occupa la femmina.

MINACCE: riduzione e alterazione dell'habitat.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie protetta dalla Legge Regionale del 1978 e dall'Allegato II della Convenzione di Berna. Comune, ma localmente. Forse in diminuzione.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Coraciiformes
  • Famiglia: Meropidae
  • Specie: Merops Apiaster

NOME IN SARDO: Abiàrgiu, abiòi, abiolu, moimoi, miàrgiu, piàna, pràna, pudzòne apiàresu, apiàna, marràgau.

Letto 176 volte