Merlo

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il Merlo che solitario passeggia in un campo Il Merlo che solitario passeggia in un campo

NOME SCIENTIFICO: Turdus Merula Merula

DESCRIZIONE: inconfondibile e comune Passeriforme di tagli amedio-piccola; il maschio adulto è completamente nero; ha la testa rotondeggiante; l'occhio con iride nera e anello oculare giallo chiaro, è talvolta sottilissimo e poco visibile; il becco è di un giallo brillante, piccolo ed appuntito, abbastanza robusto; le ali sono lunghe, con apice un pò smussato; la coda è lunga e squadrata; le zampe sono bruno scuro. La femmina è bruno scura e, inferiormente rimane più pallida, con indistinte macchie scure. I giovani sono simili alle femmine, ma un pò più chiari, brunastri. Le dimensioni variano da 24-27 cm per 36-41 di apertura alare ed un peso di 80-100 g. alcuni indivisui possono presentare delle penne sparse di colore bianco (fenomeno di albinismo).

BIOLOGIA E HABITAT: lo si trova nei boschi, nelle campagne, comprese le siepi e i giardini di città e paesi, in tutta la Sardegna. La specie è stanziale, ma nell'isola giungono in inverno individui provenienti dal nord-Europa. Ha un carattere diffidente e astuto e nel caso di spavento, trova subito riparo, mentre quando non viene disturbato ha un atteggiamento diffidente. Si nutre sul terreno principalmente di insetti e lombrichi, ma anche di bacche, frutti come more, uva e fichi, e semi. Si posa sul terreno muovendosi a saltelli con la coda eretta e le ali cascanti. Generalmente è solitario e si riunisce in gruppi solamente durante le migrazioni. Durante le estati afose è possibile osservarlo mentre si bagna in pozze d'acqua o nelle fontane di città.

RIPRODUZIONE: il periodo degli amori ha inizio a Marzo e si protrae fino a Luglio. I maschi difendono il loro territorio anche con aggressività. Nidifica nell'isola: il nido, geenralmente costruito dalla femmina, può contenere 4-5 uova, covate per 2 settimane, costruito nelle biforcazioni dei rami, su arbusti o in fessure di muri e vecchi edifici, tra le siepi, le cataste di legna, i cespugli ecc. Una volta nati i pulli vengono allevati da entrambi i genitori per circa due settimane.

MINACCE: riduzione e alterazione dell'habitat.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie cacciabile e protetta dalla Legge Regionale del 1998, dall'Allegato III della Convenzione di Berna e dall'Allegato II della Direttiva CEE. Comune ed abbondante.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Passeriformes
  • Famiglia: Turdidae
  • Specie: Turdus Merula Merula

NOME IN SARDO: Merula, meulla, maurra, mèurra, mèrulu.

Letto 164 volte Ultima modifica il Giovedì, 27 Ottobre 2016 15:15
Altro in questa categoria: « Ghiandaia Passera sarda »