Gheppio

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
un Gheppio femmina adulto in attenta osservazione un Gheppio femmina adulto in attenta osservazione

NOME SCIENTIFICO: Falco Tinnunculus Tinnunculus

DESCRIZIONE: è uno dei rapaci più comuni; il maschio ha la testa grigia e sottili mustacchi neri; l'occhio con iride scura e anello oculare giallo; le parti superiori hanno il dorso color bruno-rossastro picchiettato di bruno-nero; le parti inferiori, invece, sono color crema con macchie bruno-nerastre; le ali sono lunghe e appuntite con le punte bruno-scure. la coda lunga, squadrata è grigia con larga barra nera e un sottile bordo bianco; le zampe sono giallastre. La femminaè riconoscibile facilmente grazie alla testa e alla coda bruno-ruggine. Il gheppio si osserva spesso; nei giorni di vento, immobile in volo, mentre fa lo "spirito santo", tenendo la coda aperta e agitando le ali a grande velocità, pronto a lanciarsi sulla preda. Le dimensioni variano da 32-35 cm per 68-82 cm di apertura alare ed un peso di 230-270 g.

BIOLOGIA E HABITAT: vive un pò ovunque, prediligendo campi aperti, boschi radi, costoni rocciosi, edifici abbandonati, spesso osservabile nei giardini di periferia dei centri abitati di tutta la Sardegna. La specie è stanziale. Il Gheppio è un abile cacciatore e si nutre principalmente di piccoli mammiferi, lucertole, insetti, uccelli. Il tereno di caccia viene esplorato dall'alto. La popolazione presente in Sardegna e oltre le 800 coppie e probabilmente sono monogame

RIPRODUZIONE: la coppia si forma intorno a Febbraio-marzo, in seguito ad un corteggiamento formato da parate nuziali. Il maschio effettua dei voli acrobatici e finge di attaccare la femmina, posata, che quando si abbassa per evitarlo emette dei versi acuti. Oppure il maschio effettua un volo battuto alternato con delle planate e dopodichè si avvicna alla femmina per accoppiarsi. Nidifica in solitaria oppure in colonie in cui il nido può contenere da 3 a 6 uova costruito in cavità della roccia o di abitazioni abbandonate, nelle falesie costiere o in alberi isolati. Le uova vengono covate dalla femmina, mentre il maschio va alla ricerca del cibo.

MINACCE: riduzione e alterazione dell'habitat, uso indiscriminato di pesticidi, persecuzione.

STATO DI CONSERVAZIONE: specie protetta dalla Legge Regionale del 1998 e dall'Allegato II della Convenzione di Berna. Molto comune e apparentemente stabile o in aumento.

CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA:

  • Phylum: Chordata
  • Classe: Aves
  • Ordine: Falconiformes
  • Famiglia: Falconidae
  • Specie: Falco Tinnunculus Tinnunculus

NOME IN SARDO: Futibbentu, atilibbriu, tilibriu.

Letto 368 volte Ultima modifica il Venerdì, 28 Ottobre 2016 15:19
Altro in questa categoria: « Colombaccio Folaga »