Torre di Arbatax (San Miguel)

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)

La torre di Arbatax (chiamata anche di San Miguel) è stata edificata prima del 1572 poichè viene citata in quell'anno come già operativa dalla relazione del Camos.

E' opinione diffusa che il nome del borgo derivi dall'arabo "Arba ‘at ‘ashar" che significa quattordici, poichè questa è la quattordicesima torre partendo dal sud dell'Isola.
Come riportato dal Fara, subì almeno tre attacchi dei barbareschi, nel 1601 perì l'alcaide Antonio Zurita, nel 1688 caddero due torrieri e nel 1696 ne morì uno.
Era presidiata da un artigliere e tre soldati governati da un alcaide.
La posizione baricentrica la fece diventare un strategico deposito munizioni per tutte le altre torri ogliastrine.

La solida struttura troncoconica in granito e porfido si sviluppa, con un diametro alla base di 10 metri e un'altezza di 12, su due piani di cui il primo con volta a cupola ed il secondo con soffitto piano, entrambi con pilastro centrale. Fino alla prima metà del XIX secolo, quando furono realizzate le strutture portuali, la torre era lambita dall'acqua, ora sorge a circa 4 metri sul livello del mare.

Ha subito alcuni interventi di adeguamento e una costante manutenzione dalla Guardia di Finanza che l'ha adibita a caserma fino alla fine degli anni '90. Attualmente è in discreto stato di conservazione e nonostante la proprietà sia del demanio marittimo dal 2000 è nella disponibilità del Comune di Tortolì che la utilizza per eventi e mostre.

Esiste un progetto di riconversione a Museo del mare d'Ogliastra.

Visitabile occasionalmente in relazione ad eventi

Letto 1353 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Dicembre 2015 21:53